Biografia Sinottica

Willi Baumeister: Die Tagebücher

Die drei Tagebücher von Willi Baumeister werden im Jahr 2016 digitalisiert und stehen Ihnen dann zur Einsicht zur Verfügung.
Aktuell stehen die Tagebücher in Transkription in der DOWNLOAD-Sektion als PDF-Datei zur Verfügung.
Lesen Sie zu diesem Thema auch die Auszüge aus den Jahren 1939 bis 1945

ab-f-003-030

Autobiografia di Willi Baumeister, 1946

Nota autobiografica di Baumeister per il supplemento domenicale del quotidiano Stuttgarter Zeitung del 21 settembre 1946, in cui vengono presentati l'Accademia di Belle Arti di Stoccarda ed i suoi insegnanti, tra cui Hermann Sohn, Hermann Brachert, Rudolf Yelin, Otto Baum e Fritz Steisslinger.

ab-f-004-014

Negli ultimi cinque anni della sua vita, la produzione artistica di Willi Baumeister è più prolifica rispetto a tutti i precedenti periodi creativi, sebbene in questo periodo sia molto impegnato sia come docente all'Accademia di Belle Arti, sia come rappresentante dell'arte moderna in occasione di numerose esposizioni, sia come strenuo

ab-f-002-009

L' ora zero per Baumeister, così per come molti altri artisti, significa il nuovo inizio tanto atteso. In realtà la sua produttività non aveva sofferto una vera e propria cesura tra il 1933 ed il 1945, ma ora il processo creativo può essere nuovamente svolto in pubblico.

ab-f-001-048

Dopo aver ottenuto un grande riconoscimento sia dalla critica che dal pubblico in un periodo di cambiamento e dopo la cattedra di Francoforte tra il 1928 e il 1933, che aveva dato adito a grandi speranze per il futuro, la situazione in Germania è completamente mutata: l'arte di Willi Baumeister viene improvvisamente considerata malata e la mostra Entartete Kunst

ab-f-012-013

Il 1° aprile 1928 Willi Baumeister accetta la chiamata della Städtische Kunstgewerbeschule (Städelschule) (Scuola Municipale di Arti Applicate) di Francoforte sul Meno, dove inizialmente gli vengono assegnati i corsi di grafica pubblicitaria, tipografia e stampa tessile. Sicuramente avrebbe accettato di impartire anche la classe di pittura, la quale era tuttavia tenuta da Max Beckmann.

ab-f-037-046

Friedrich Wilhelm (conosciuto come Willi) Baumeister nasce il 22 gennaio 1889 a Stuttgart, terzo figlio dopo Klara e Hans. Il padre, Wilhelm Baumeister (1847–1931), era maestro spazzacamino di corte; aveva studiato ingegneria meccanica al Politecnico di Stoccarda, ma ben presto farsi carico dell'attività familiare, di cui rappresentava la terza generazione. La madre di Willi, Anna, cognome da nubile Schuler (1861-1945), era figlia dello scenografo Friedrich Wilhelm Schuler.